Sistemi roulette che funzionano FREE 

 

I sistemi per la Roulette che funzionano davvero

Esistono sistemi roulette che funzionano davvero? Molto probabilmente il gioco della roulette esiste da più tempo di qualsiasi altro gioco d’azzardo e, poiché ci sono molti modi diversi di piazzare le puntate, nei secoli sono stati creati centinaia di sistemi diversi dai giocatori di tutto il mondo.

Se aggiungi a questi una miriade di possibili permutazioni aggiuntive, finisci con l’avere un numero infinito di possibili sistemi o metodi di giocare.

Ma giocare e battere il banco sono due cose completamente diverse: mentre ci sono innumerevoli modi per giocare, ci sono solo una manciata di modi per battere davvero la roulette.

In questo articolo ti parlerò dei pochi modi conosciuti che funzionano davvero per battere il banco, poi analizzeremo insieme anche alcuni dei metodi più famosi attualmente in circolazione.

Prima di continuare ricorda che su ThatsLuck trovi anche contenuti completamente gratuiti, se vuoi restare aggiornato sulle pubblicazioni iscriviti subito su ►YouTube.


Le progressioni roulette più famose

Qualsiasi analisi sui sistemi per la roulette non sarebbe davvero completa senza parlare di alcuni dei sistemi più famosi come il Martingale, il Grand Martingale, la progressione d’Alembert, la Labouchere, la Fibonacci o la Oscar’s Grind.

In generale questi sistemi vengono presentati come metodi per battere il banco con semplici ricalcoli delle puntate ad ogni spin, ma in pratica succede questo: accumuli nel tempo molte piccole vincite ma ad un certo ed inevitabile punto, una sola perdita cancellerà tutti i profitti e non solo quelli: a lungo termine perdi sempre ed inevitabilmente.

Presta molta attenzione a quello che sto per dirti e fanne davvero tesoro: per essere un vincitore usando solo le montanti (senza un qualche tipo di vantaggio legato a difetti fisici della roulette quindi), devi usare una progressione in vincita, che prevede un aumento della puntata in condizioni di gioco come quelle ad esempio usate da Norman Leigh, di cui ti parlerò a breve.


Sistemi Roulette basati sulle progressioni

Parlando di roulette, anche il grande scienziato Albert Einstein si è espresso una volta dicendo: “L’unico modo per vincere alla roulette consiste nel rubare i soldi dal tavolo quando il croupier non guarda“.

In un certo senso aveva ragione, perché non esiste una combinazione matematica delle puntate tale da superare il vantaggio (tassa) del banco.

Tuttavia, nel suo libro ‘Thirteen Against the Bank’, il compianto Norman Leigh descrive in dettaglio come ha usato una progressione davvero aggressiva con cui nel 1966 vinse oltre 160.000 dollari al casinò di Nizza, una somma enorme per quei tempi.

Questo vero e proprio colpo di stato ebbe luogo come detto nel 1966 e durò dieci giorni, prima che monsieur Leigh ed il suo team venisse espulso dal casinò nonché dal paese.

Evidentemente Einstein non aveva considerato questo tipo di approccio puramente matematico nella sua valutazione, ovvero il fatto che la roulette potesse essere battuta (per un periodo limitato di tempo) con una mirata progressione.

Stai calmo, ripetere oggi l’impresa di Leigh con questo tipo di approccio è poco pratico, per non dire forse addirittura impossibile.

Ricorda che Norman Leigh giocò a Nizza a metà degli anni ’60 e gli fu consentito di giocare indisturbato e senza interferenze per lo meno fino a quando non venne definitivamente espulso dal paese oltre che dalla prestigiosa casa da gioco, nel prossimo paragrafo ti spiego comunque come ha fatto.


Il metodo Roulette di Norman Leigh

Per prima cosa Leigh ha allenato un team di dodici giocatori (tredici incluso se stesso) per giocare con una progressione nota come ‘Labouchere inversa’ applicata in contemporanea a tutte e sei le chance semplici, ovvero rosso e nero, pari e dispari, manque e passe.

Questa montante segue lo stesso principio della Labouchere classica, ma affronta il gioco esattamente all’opposto, trasformandola in una montante in vincita.

Ecco le semplici regole della Labouchere inversa:

  1. dividi il capitale in scaglioni di puntata;
  2. se vinci aggiungi il valore della puntata in fondo alla serie;
  3. se perdi cancella gli estremi della serie;
  4. continua a puntare sommando sempre i due valori estremi della serie, nel rimanga un solo elemento punta i pezzi corrispondenti a quel numero;
  5. la progressione termina quando tutti pezzi sono stati cancellati.

Quando si verificava una naturale serie di vittorie consecutive con questo metodo, la Labouchere imponeva un aumento della puntata e, quando la serie culminava con successo in una puntata per i massimi del tavolo, il giocatore del team di Leigh incassava la vincita e ricominciava a puntare dai minimi del tavolo, realizzando un enorme profitto!

Come puoi facilmente immaginare, le serie di vittorie consecutive erano poche e lontane tra loro e quindi il più delle volte il team di Normal Leigh registrava una serie di piccole perdite.

Tuttavia, le grandi vincite occasionali hanno sicuramente compensato tutte le piccole perdite, consentendo al team di registrare un utile davvero considerevole.

Ho testato questo sistema al pc ed ho verificato che il ragionamento fila ma, per funzionare tutto in modo coerente, un casinò dovrebbe permettere puntate con uno spread nell’ordine di 2.000 a 1  (ad esempio puntata minima 5 euro, massima 10.000 euro).

Con questo approccio la varianza negativa (drawdown) poteva raggiungere facilmente i 15.000 euro ed era quindi richiesto un notevole sangue freddo da parte dei giocatori, Norman Leigh e la sua squadra inoltre al tempo potevano giocare con puntate di partenza di soli venticinque centesimi sulle chance semplici.

Oggi nella maggior parte dei casinò la puntata minima sulle chance semplici è di 5 euro, inoltre quasi tutte le case da gioco hanno dei limiti di puntata che non consentono uno spread abbastanza grande da ottenere una vincita notevole quando si verifica una serie di vittorie consecutive.

Ho sentito ogni tanto parlare di alcuni team che operano ancora oggi cercando di emulare le prestazioni di Norman Leigh, ma non ho mai sentito di nessuno che ci sia riuscito davvero.

A prescindere da tutto questo, posso sicuramente confermarti – dopo oltre 20 anni di gioco online – che le vincite più sostanziose le ho conseguite proprio quando ho applicato delle montanti in vincita, di cui parleremo sicuramente in molti altri post qui su ThatsLuck, ti consiglio quindi di cercare il link ed iscriverti quanto prima al canale Telegram per restare informato su tutte le novità.


Le Roulette difettose

È stato spesso teorizzato che nessuna roulette è meccanicamente perfetta e quindi nel tempo tutte possono essere soggette a difetti in determinati settori o determinate caselle.

La storia della roulette è piena di aneddoti su giocatori che hanno scoperto tali difetti e che li hanno sfruttati con successo per conseguire enormi vincite.

Alcuni dei più famosi episodi parlano di un un meccanico inglese del XIX secolo, di nome Jaggers, che vinse a Monte Carlo l’equivalente di circa 250.000 dollari del tempo.

Due studenti universitari, Al Hibbs e Roy Walford, alla fine degli anni ’40 vinsero al casinò di Reno 25.000 dollari e diventarono quasi delle celebrità nazionali.

Tra il 1986 ed il 1989, un noto player high roller di nome Billy Walters ha vinto ad Atlantic City oltre 4 milioni di dollari!

Questi sono stati risultati fantastici e certamente degni della fama che hanno generato ed ognuno di questi ‘colpi’ ha sicuramente comportato un notevole lavoro di preparazione.

I vari team di clocker passarono intere settimane a registrare i risultati degli spin su dozzine di roulette per trovare eventuali difetti fisici.

Quando un difetto veniva finalmente trovato, il giocatore si sedeva al tavolo e scommetteva sui numeri risultati difettosi 24 ore su 24, fino a quando non veniva raggiunto un obiettivo di vincita o fino a quando la direzione del casinò non fermava il gioco.

Già dalla fine degli anni ’80 i gestori dei casinò hanno iniziato ad essere sempre più interessati ai possibili difetti delle roulette, prima di allora la maggior parte delle ruote aveva dei separatori di caselle molto alti, fissati come singoli componenti e questi sicuramente contribuirono in modo determinante al prodursi dei difetti.

Tra il 1989 ed il 1991, la maggior parte dei casinò cambiò le vecchie ruote, sostituendole con nuove roulette mono componenti a profilo ribassato: il risultato è che oggi è quasi impossibile trovare o sfruttare ruote meccanicamente difettose.

In conclusione? Il gioco sulle roulette difettose nella maggior parte dei casinò di oggi non è praticabile, tuttavia resta il fatto che l’usura (che non risparmia di certo anche le roulette online) continua ad erodere nel tempo le roulette, ecco perché ho realizzato un bot software proprio per monitorare h 24 le roulette online, concepito per intercettare un difetto appena inizia a manifestarsi, ma di questo parleremo nelle prossime settimane, quindi se non vuoi restare indietro e ti interessa anche questo argomento, registrati al blog per non perderti tutte le nuove pubblicazioni.

Non mi credi? Ecco un’anteprima del nuovo bot ►Roulette Bias Sniper.

software-trovare-roulette-difettose


Sistemi roulette che funzionano davvero: Sector Targeting

Già sessanta anni fa la tecnologia informatica era arrivata ad un punto in cui veri e propri mini computer potevano essere nascosti ed utilizzati nei casinò.

Edward O. Thorp ed altri hanno escogitato un modo per calcolare l’orbita in decelerazione di una pallina della roulette mentre rallenta e scende in una delle 37 o 38 caselle.

Con due punti di riferimento sulla ruota, potevano calcolare con notevole precisione il settore in cui era più probabile che la pallina cadesse e con una frequenza abbastanza buona da avere un vantaggio considerevole sul banco.

Le cronache di questo lavoro sono state brillantemente scritte in un interessante libro, ‘The Eudaemonic Pie’ di Thomas Bass.

Il procedimento è abbastanza semplice: si individua il punto di rilascio della pallina  da parte del croupier, si individua un secondo punto di riferimento dopo una o due rotazioni della ruota, quindi si inseriscono i dati in un computer tascabile ed il settore finale viene immediatamente calcolato.

Sembrerebbe tutto molto bello e facile, ma pensa un attimo all’esecuzione effettiva: due punti devono essere determinati con precisione mentre la ruota è in pieno movimento, poi i punti devono essere inseriti in un computer ed è necessario leggere la risposta per poi puntare le fiches sul tappeto della roulette, tutto in ordine sequenziale e nel vivo dell’azione.

Sono sicuro che oggi ci siano ancora squadre di giocatori che usano questo approccio (cerca in rete le gesta del team del Ritz di Londra), ma resta il fatto che è un metodo illegale, in Nevada i giocatori possono essere mandati in prigione se scoperti nei casinò con dispositivi elettronici, ne vale davvero la pena?

Se è vero che è vietato portare strani aggeggi nei casinò, è anche vero che a casa nessuno può dirci nulla, ecco perché o realizzato uno strumento per il clocking delle roulette online molto particolare, già disponibile qui su ThatsLuck col titolo ►Roulette Clock Master.

software-fare-clocking-roulette

In definitiva è una via di mezzo tra uno strumento per il clocking in senso classico ed uno per le previsioni pre lancio, più assimilabili quindi a tecniche di dealer signature, conosciute anche come… 


La mano del croupier

La teoria della mano del croupier non è affatto nuova, il concetto venne elaborato e pubblicato per la prima volta in un breve articolo della rivista Gambling Times già nel 1979.

Alcuni autorevoli autori stanno arrivando ora alla conclusione che la roulette possa essere costantemente battuta con un approccio di tipo ‘dealer signature’, ma finora non si è ancora vista una pubblicazione di un metodo davvero praticabile, anche se credo che su questo specifico argomento sia stata fatta negli ultimi anni un’accurata opera di mimetizzazione da parte degli addetti ai lavori, per mantenere le cose sotto controllo e non ripetere l’enorme errore commesso a suo tempo dallo stesso Thorpe per il Black Jack.


ThatsLuck propone spesso contenuti del tutto gratuiti, quindi non perdere l’occasione di restare aggiornato sulle pubblicazioni ed iscriviti al nostro canale ►YouTube o Telegram, sarai sempre informato in tempo reale su tutte le novità del portale.

Vuoi restare aggiornato sulle nostre pubblicazioni?

iscriviti al canale Telegram e Youtube

Subscribe Now! + 🔔

Author: ThatsLuck
ThatsLuck.com sviluppa contenuti per il Betting Online con lo scopo di aiutare i giocatori a vincere e non è affiliato a casinò o bookmaker. Se anche tu condividi con noi questa passione, iscriviti sul canale Telegram e YouTube per restare informato su tutte le prossime pubblicazioni e se ti è piaciuto questo contenuto lascia un bel like di incoraggiamento cliccando sul pulsante 👍 all'inizio del post o sulle cover dei singoli libri. Grazie!